Logo AISA
  • Italiano
  • English
  • Deutsch

Metodo Kneipp

Metodo Kneipp

Il metodo Kneipp

Sebastian Kneipp e il suo Metodo salutistico

Considerato a ragione uno dei padri del “naturoigienismo”, Sebastian Kneipp fu l’ideatore di un metodo terapeutico rivoluzionario che riscosse enormi consensi da parte dei suoi contemporanei e che viene applicato ancora ai giorni nostri da migliaia di terapisti e appassionati in tutto il mondo.

Nato in Germania nel 1821 da una famiglia di tessitori e affetto in giovane età da una grave forma di tubercolosi, gli fu prognosticata una vita breve ed infelice. Mentre si trovava in seminario per realizzare il suo sogno di diventare sacerdote, scovò un vecchio libro scritto il secolo precedente dal dottor Johann Siegmund Hahn, in cui veniva descritto il trattamento del suo caso clinico con l’utilizzo dell’acqua fredda. In seguito a questa scoperta fortuita (o come scrive lui stesso, grazie “all’intervento della provvidenza”), decise di tentare su di sé le applicazioni indicate, con la speranza di riuscire là dove la medicina dell’epoca non aveva potuto far nulla. Iniziò quindi a dedicare alle cure idroterapiche alcuni giorni della settimana, nei quali si recava di buon passo ed in pieno inverno sulle sponde del Danubio, per poi immergersi qualche secondo nell’acqua gelida; al termine si rivestiva velocemente per poi ritornare di corsa al convento.

La combinazione tra movimento fisico e stimolazione termica ottenuta con l’immersione in acqua fredda e la conseguente azione sul sistema circolatorio e sul sistema nervoso, riattivarono i processi di auto-guarigione del giovane Sebastian, fino alla sorprendente remissione totale della sintomatologia che lo affliggeva da anni. Da quel momento in poi poté condurre una vita soddisfacente e ricca d’impegni fino ai settantasei anni d’età, vantando una corporatura sana e robusta che non lasciava trapelare nulla del suo passato da infermo.

Ma Kneipp non tenne per sé la sua scoperta. Persuasosi della “forza guaritrice dell’acqua”, iniziò a sperimentare il suo metodo su altri seminaristi incuriositi dai suoi miglioramenti, e una volta ordinato sacerdote, si dedicò alla salute dei propri parrocchiani e di tutti coloro che si recavano da lui chiedendogli aiuto per alleviare i propri malanni. La sua idroterapia, più mite di quella applicata dai suoi predecessori, riscosse un immediato successo e la sua fama si diffuse ben presto in tutto il mondo grazie al gran numero di guarigioni ottenute e alle vendite dei suoi libri tradotti in diverse lingue. La cittadina bavarese Wörishofen, nella quale si stabilì come parroco, divenne successivamente “Bad Wörishofen” in virtù delle pratiche idroterapiche e all’istituzione di due case di cura e di una clinica pediatrica dedicate al suo metodo. I malati giungevano numerosi da ogni parte d’Europa, spesso dopo essere stati respinti dai medici in quanto ritenuti “incurabili”.

Oggi il metodo Kneipp è uno standard a livello mondiale e l’uso dell’idroterapia è ancora diffuso nel nord-est europeo, in America Latina e negli Stati Uniti. In Italia si diffuse con grande successo dalla seconda metà dell’ottocento agli anni cinquanta del novecento, conquistando la classe medica e il mondo universitario, fatto che contribuì alla rapida diffusione lungo tutta la penisola di numerosi “stabilimenti idroterapici”. La filosofia di Sebastian Kneipp è stata recentemente dichiarata dall’UNESCO ” Patrimonio Culturale Immateriale dell’umanità” per ben due volte: nel 2015 in Germania, e nel 2020 in Austria.

È importante sottolineare che il “Metodo Kneipp” non riguarda solo l’uso dell’acqua fredda, ma è “un sistema” completo che si basa su cinque aspetti fondamentali che interagiscono intimamente tra loro, cinque “colonne”, che idealmente sostengono la buona salute e devono far parte della nostra vita quotidiana:

Acqua (Idroterapia)

Ha lo scopo di stimolare la VITALITÀ dell’individuo mediante l’azione sui sistemi nervoso, circolatorio e immunitario.

Movimento

Allo scopo di preservare la funzioni fisiologiche dell’apparato muscolo scheletrico e articolare, è importante contrastare la tendenza odierna alla sedentarietà. Un’attività fisica costante ed adeguata, contribuisce a ritardare l’invecchiamento dell’intero organismo e a mantenerlo in salute.

Alimentazione

Deve essere il più possibile semplice e naturale, adeguata alle caratteristiche dell’individuo e al suo stile di vita, allo scopo di fornire tutti i nutrienti necessari alle funzioni vitali e a mantenere l’organismo SANO e ATTIVO.

Erbe Officinali (Fitoterapia)

Le piante possono essere delle preziose alleate della nostra salute, sia usate come additivo da aggiungere all’acqua allo scopo di potenziare le pratiche idroterapiche, che per via interna, supportando e stimolando le funzioni organiche nelle persone sane e come coadiuvante nei diversi problemi di salute.

Terapia dell’ordine generale (Balance, Psicoigiene)

Per gli antichi valeva la regola “mente sana in corpo sano”, ma numerosi studi recenti ci dimostrano che è vero anche l’opposto e che diverse patologie hanno una componente psicosomatica. Per questo motivo, essere in grado di attuare una buona gestione dello stress e saper condurre una vita equilibrata, sia da un punto di vista emotivo che lavorativo, può avere effetti sorprendenti sullo stato generale di salute. Da sacerdote, Sebastian Kneipp incluse in questa “colonna” del suo metodo anche l’aspetto spirituale, che per può essere sviluppato anche da parte dei non credenti attraverso la meditazione, la creatività, la contemplazione della natura e dell’arte.

È sorprendente notare come la filosofia di Sebastian Kneipp abbia anticipato il concetto di Salute espresso nel 1948 dall’ Organizzazione Mondiale della Salute (OMS), definita da quel momento come “uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non la semplice assenza dello stato di malattia o infermità”. Il “Metodo Kneipp” può essere quindi una valida risposta per tutti coloro che vogliono avere una parte attiva nella gestione della loro salute e lavorare per la prevenzione primaria delle patologie in modo attento e consapevole. Come per tutti i metodi e al fine di evitare effetti spiacevoli, è necessario però accostarsi alle pratiche idriche con conoscenza del metodo e del proprio organismo, con prudenza e se è possibile, affidandosi alla consulenza di un esperto.

Contatta il referente per Metodo Kneipp

Leggi gli ultimi articoli del Blog relativi a Metodo Kneipp

Non ci sono ancora articoli per "Metodo Kneipp"