Logo AISA
  • English
  • Italiano
  • Deutsch

La voce dei nostri Aufgussmeister – LA FAVOLA

13 Febbraio 2023

Condividiamo il quarto contributo  su quello che l’essere Aufgussmeister significa per ciascuno di noi.
Tutti possono parteciparvi inviando un articolo a comunicazione@aisa.it.

Questo articolo arriva da Mauro Gianmoena:

“Mi chiamo Mauro e sono nato in una piccola località del Trentino 42 anni fa.
Ho passato gran parte della mia vita a studiare e a spostarmi in varie nazioni del mondo, per realizzare ciò che fin da piccolo avrei voluto fare: ossia il pilota di aerei.

Un giorno, preso un po’ dalla curiosità e un po’ dalla passione per le saune (non potrebbe essere altrimenti, vista la regione in cui sono nato), ho deciso di intraprendere un percorso diverso al fine di conseguire il diploma di Aufgussmeister.
Era un sabato mattina come tanti altri, mi ero lavato, mi ero vestito ed ero andato a quel corso tanto atteso.
Quando arrivai in “classe” vidi che c’era un clima di totale serenità e i miei compagni presenti erano pieni di emozione come me, perché quel giorno avremmo potuto trascorrere una giornata insieme, tra sauna e bagno turco, accompagnati da insegnanti altamente qualificati che erano lì per noi, pronti a trasmettere emozioni difficili da capire se non vengono vissute.

Quel giorno è cominciata la favola.

Ricordo che uno degli insegnanti ci diede indicazioni per creare il nostro primo scrub utilizzando vari ingredienti, tra sale blu di persia, acqua, sale fino, sale grosso, eccetera.
Il corso andò avanti per altri quattro mesi circa, tra studio, tutoraggi, esami teorici/pratici, ma alla fine ottenni un bel risultato: il tanto atteso diploma di Aufgussmeister!

Ricordo ancora il giorno dell’esame, che affrontai con serenità e sicurezza, ma allo stesso tempo emozionato e con paura di sbagliare. Venne cambiata all’ultimo minuto la sauna, che prima di quel momento non avevo mai visto. Avevo davanti a me una commissione di persone esperte, che erano lì per giudicarmi; che emozione!
Ma alla fine fui felice del risultato, e mi sentii dire anche “bravo”, seppur con qualche errore.
Quel giorno rimasi molto soddisfatto perché avevo fatto il mio più importante rituale aufguss: per me e per la gente che era presente in sauna.

E’ gratificante poter entrare in una sauna, spiegare alla gente quello che farai per loro, come comportarsi sia durante il rituale, che dopo, per poi alla fine di quei 10/12 minuti che sembrano interminabili tra sudore e fatica, ricevere un applauso dalla gente, sentirsi dire bravo, perchè hanno gradito ciò che hai fatto per loro.
Lo faccio sempre con il cuore, l’anima e l’umiltà di essere una persona “normale” e non un “maestro” di sauna!

Questo è l’aufguss!

Mauro

Questo articolo si trova in: Vita associativa

Array